Foto Gallery
8
Newsletter




HACCPHACCP

Le Aziende che operano nel settore alimentare e in generale tutte quelle nelle quali i lavoratori sono a contatto con cibi e bevande hanno necessità di certificare il proprio adeguamento alla Normativa HACCP. Affinchè tale certificazione sia valida è necessario avvalersi di professionisti del settore, accreditati.

E’ doverosa una distinzione: Autocontrollo e sistema HACCP non sono termini sinonimi.

Il concetto di autocontrollo ha una valenza più ampia che discende dalla responsabilizzazione dell’Operatore del settore alimentare (OSA) in materia di igiene e sicurezza degli alimenti e corrisponde all’obbligo di tenuta sotto controllo delle proprie produzioni.

L’autocontrollo è obbligatorio per tutti gli operatori che a qualunque livello siano coinvolti nella filiera della produzione alimentare.

L’HACCP (Hazard analysis and critical control points) è invece un sistema che consente di applicare l’autocontrollo in maniera razionale e organizzata. È obbligatorio solo per gli Operatori dei settori post-primari.

Il sistema HACCP è quindi uno strumento teso ad aiutare gli OSA a conseguire un livello più elevato di sicurezza alimentare.

I principi su cui si basa l’elaborazione di un piano HACCP sono 7:

1.            Identificare ogni pericolo da prevenire, eliminare o ridurre

2.            Identificare i punti critici di controllo (CCP - Critical Control Points) nelle fasi in cui è possibile prevenire, eliminare o ridurre un rischio

3.            Stabilire, per questi punti critici di controllo, i limiti critici che differenziano l’accettabilità dalla inaccettabilità

4.            Stabilire e applicare procedure di sorveglianza efficaci nei punti critici di controllo

5.            Stabilire azioni correttive se un punto critico non risulta sotto controllo (superamento dei limiti critici stabiliti)

6.            Stabilire le procedure da applicare regolarmente per verificare l’effettivo funzionamento delle misure adottate

7.            Predisporre documenti e registrazioni adeguati alla natura e alle dimensioni dell’impresa alimentare.

La prima codifica normativa in Europa risale al 1993 con la Direttiva 43/93/CEE (recepita in Italia con il D. Lgs 26 maggio 1997 n. 155, ora abrogato). Questa normativa è stata sostituita dal Regolamento CE 178/2002 e dal Regolamento CE 852/2004.

Confartigianato Gioia si avvale di professionisti specializzati in procedure HACCP che vi seguiranno passo dopo passo. Per informazioni: 3355261922

 

 

Articolo scritto da confartigianatogioia il 10/04/2017 - Letto 373 volte



Confartigianato sede comunale di Gioia del Colle
Via Paolo Cassano, 313
70023 Gioia del Colle (BA)
Cod. Fisc.: 91087160726
© 2019 All right reserved

Tel. 335 5261922
Mob. 09:00 13:00 - 15:00 - 19:00