Foto Gallery
foto di gruppo
Newsletter




SERVIZI -> Categorie

ACCONCIATORIACCONCIATORI

Contratto di “affitto poltrona” per l'attività di acconciatore

Ministero dello Sviluppo Economico, Circolare del 31/01/2014

Contratto di "affitto poltrona” e "affitto cabina” per le attività di acconciatore ed estetista


Il Ministero dello Sviluppo Economico, con una circolare del 31 gennaio scorso, ha introdotto la possibilità di "affittare” la cabina o la poltrona, chiarendo dubbi sui principi fondamentali di disciplina di acconciatore ed estetista (Legge agosto 2005 n° 174  e legge gennaio 1990 n°1). Si tratta di un particolare contratto, attraverso il quale, l’acconciatore o l’estetista concede in uso a un altro collega, in possesso dell’abilitazione professionale, parte del locale in cui può svolgere in piena autonomia la propria attività pagando un canone d’affitto.

E’ un’opportunità per tutti quei giovani che non hanno la possibilità di aprire un proprio salone e che in questo modo possono svolgere la loro attività con tutti i crismi della legalità e delle norme igienico-sanitarie. Ma è un’occasione anche per il titolare del salone sia per riempire eventuali spazi vuoti ottenendo un compenso, sia per incontrare e confrontarsi con altri colleghi ricavandone un arricchimento”.
Ma la poltrona/cabina è anche una riposta e una proposta per abbattere il fenomeno dell’abusivismo. Toglie molti alibi a chi magari ha dovuto chiudere un proprio salone e continuava a svolgere l’attività a nero. Adesso potrà invece operare in piena legalità e in ambienti professionali in regola con tutte le norme, a cominciare da quelle igienico-sanitarie a salvaguardia del cliente.

Grazie a questa formula i giovani professionisti in possesso di qualifica e partita Iva ma che non dispongono di risorse economiche per aprire un proprio salone di bellezza, hanno la possibilità di mettersi in regola e svolgere la propria attività. aveva tolto le ultime incertezze circa l’applicazione della normativa che prevede e regola menta questa pratica. 

Per la circolare clicca qui 

Articolo scritto da Confartigianato Gioia il 17/11/2014 - Letto 904 volte



Confartigianato sede comunale di Gioia del Colle
Via Federico II di Svevia, 1563
70023 Gioia del Colle (BA)
Cod. Fisc.: 91087160726
© 2019 All right reserved

Tel. 335 5261922
Mob. 09:00 13:00 - 15:00 - 19:00