Foto Gallery
i corsisti
Newsletter




NEWS -> NEWS

Durc: dal 1° luglio 2015 il via alla procedura per il rilascio onlineDurc: dal 1° luglio 2015 il via alla procedura per il rilascio online

La nuova procedura di rilascio online del Durc,utilizzabile dal 1° luglio, è stata "resa possibile dall’impegno congiunto del Ministero del Lavoro, dell’Inps, dell’Inail e delle Casse Edili per la completa informatizzazione delle attuali procedure e la creazione di collegamenti tra le diverse banche dati”.
Nella conferenza stampa del 21 maggio 2015 si sono illustrate le caratteristiche, le modalità di funzionamento ed i tempi di avvio del nuovo sistema di rilascio.
Alle imprese "basterà un semplice clic” per scaricare da internet e quindi in tempo reale (al momento l’attesa del Durc era anche superiore a 1 mese), la certificazione di regolarità contributiva, che:
avrà una validità di 120 giorni;
potrà essere utilizzata per a) l’ erogazione di sovvenzioni, contributi ecc., b) nell’ambito delle procedure di appalto c) nei lavori privati dell’edilizia, d) per il rilascio dell’attestazione Soa*).
Tra i vantaggi pratici, l’uso della certificazione per più di una circostanza successiva e anche se la certificazione è già stata rilasciata ad altri soggetti. Il rinvio della certificazione può avvenire a causa di carenze contributive che il sistema comunicherà nel giro di 72 ore.
Durante la conferenza stampa si sono anche sottolineati i risparmi, valutati nell’ordine di 100 milioni di euro all’anno, sia per le Amministrazioni e i soggetti tenuti al rilascio del Durc , che per le imprese.
Le pubbliche amministrazioni vedranno ridursi i costi di 80 milioni (5.200.000 Durc/anno x € 16 – costo orario medio lordo di un dipendente pubblico – nella previsione che l’attuale lavorazione non informatica del documento comporti un’ora di tempo).
Le imprese risparmieranno, invece, 25 milioni di euro, tenuto conto dei "costi medi del personale addetto o degli intermediari”.

* Società Organismi di Attestazione. Per partecipare a gare d’appalto con importi superiori a 150mila euro, le imprese devono essere in possesso dell’attestato rilasciato da una Soa che sono "società per azioni di natura privatistica che svolgono pubblica funzione”.

Articolo scritto da Quotidiano Sicurezza il 27/05/2015 - Letto 671 volte



Confartigianato sede comunale di Gioia del Colle
Via Federico II di Svevia, 1563
70023 Gioia del Colle (BA)
Cod. Fisc.: 91087160726
© 2019 All right reserved

Tel. 335 5261922
Mob. 09:00 13:00 - 15:00 - 19:00